“TEST VACCINO SU 15 BAMBINI DELLA SCUOLA DI BUGLIANO”, ma Bugliano non esiste.

“TEST VACCINO SU 15 BAMBINI DELLA SCUOLA DI BUGLIANO”, ma Bugliano non esiste.

Agosto 28, 2020 Off Di Redazione

Sui social si torna ad indignarsi per le iniziative del fantomatico comune di Bugliano, che come già spiegato in questo articolo non esiste.

Stavolta a scatenare l’ira degli utenti è un post diventato rapidamente virale in cui si vede l’immagine di un bambino su un lettino medico, che viene tenuto fermo da un adulto.

Il bimbo ha gli occhi “pixellati”, ma sembra evidente che si tratti di un prelievo di sangue o qualcosa di simile. All’immagine è allegato questo testo:

 🔴 TEST VACCINO SU 15 BAMBINI DELLA SCUOLA DI BUGLIANO (PI)

L’amministrazione comunale di Bugliano (PI) desidera ringraziare i 15 piccoli angeli che si sono sottoposti volontariamente a un piccolo e innocuo test del nuovo vaccini dell’Ospedale Spallanzani di Roma.
I genitori dei 15 bambini sono stati convinti dalla preside Rosa Liffoni, dell’Istituto Comprensivo Bava Beccaris, a inoculare il vaccino sperimentale sui loro figlio. In cambio, avranno “9” in condotta il prossimo anno scolastico.

Il test non esiste come non esiste il comune.

Tutto nasce da una “pagina satirica” Facebook intitolata al fantomatico Comune di Bugliano, “comune dove politica e natura si incontrano e non finisce mai bene” (come recita la scritta sulla foto di copertina).

Chi si imbatte nei post di questa pagina però non ha chiaro immediatamente che si tratta di una sorta di parodia e può facilmente credere che si tratti di una pagina reale.

Il 27 febbraio 2020 a pochi giorni dalla dichiarazione di Codogno come zona rossa sulla pagina fu pubblicato un post in cui si leggeva, della richiesta della preside di una scuola di portare i suoi alunni in gita a proprio a Codogno.

Anche allora si trattava di una bufala, ma ciò nonostante la finta richiesta fece letteralmente il giro del web.

Basta fare una rapida ricerca fra i comuni italiani per scoprire che il comune di Bugliano non esiste eppure questo non ha fermato l’ira dei No Vax oltre che dei tanti genitori preoccupati da questa iniziativa.