Roberta Benetti e la bufala della molecola che sostituisce la chemio.

Roberta Benetti e la bufala della molecola che sostituisce la chemio.

Ottobre 4, 2021 Off Di Redazione

Torna virale in queste ore la bufala della “molecola blocca tumore” scoperta dalla ricercatrice italiana Roberta Benetti, che permetterebbe di sostituire la chemioterapia. Il post tornato virale in queste ore è questo:

Roberta Benetti

Di fianco la foto della ricercatrice appare questo testo:

Questa è una donna di cui parlare Roberta Benetti la ricercatrice italiana che ha scoperto le molecole che bloccano la proliferazione del tumorale, e che aggredendo soltanto le cellule malate, potranno rappresentare l’alternativa alla radioterapia. Visto che i media non lo fanno facciamolo noi… portiamola sulla nostra bacheca condividiamolo tutti. CODIVIDIAMO TUTTI

La replica di Roberta Benetti

A chiarire come stanno realmente le cose ci ha pensato la diretta interessata con le parole riportate in questo articolo, con le quali risponde a chi le chiede maggiori delucidazioni riguardo al sua scoperta ed alle notizie sul suo conto che circolano in rete:

Gent.mo Prof. ,
grazie per la mail che mi ha scritto. Le notizie che girano in internet recentemente (ma che in realtà fanno riferimento ad una pubblicazione del 2010) si sono amplificate con un sensazionalismo giornalistico incontrollabile che in primis non garantisce il rispetto ai pazienti colpiti da questa terribile malattia.

In termini di applicabilità terapeutica
lo studio sul miR-335 è ancora molto lontano dalla clinica e nessuno di noi ricercatori si è mai
permesso di affermare che possa SOSTITUIRE la chemioterapia.


I passi per valutare i suoi effetti sono davvero lunghi e li stiamo ora studiando sperimentalmente anche sul topo. Certo, abbiamo dato seguito alle scoperte del 2010, approfondendo anche il suo ruolo nelle cellule staminali e pubblicando un recentissimo paper in cui troviamo assiociata a questo miRNA una nuova pathway che sembra anche attiva al momento soprattutto nei tumori di origine germinale. Speriamo davvero di continuare nella direzione giusta ma non siamo assolutamente arrivati al punto di poter promettere nulla.

Ed ancora prosegue:

Come certo capirà, vogliamo dare speranza alla gente (e per questo le forze di tutti noi ricercatori, di cui la mia è parte milionesima, sono sempre unite e stimolate) ma anche assolutamente evitare false illusioni.

Meglio della diretta interessata quindi nessuno poteva essere più chiaro in merito.