“Principe Filippo morto a causa del vaccino anticovid”, la bufala corre in rete.

“Principe Filippo morto a causa del vaccino anticovid”, la bufala corre in rete.

Aprile 13, 2021 Off Di Redazione

La morte del Principe Filippo, duca di Edimburgo alla veneranda età di 99 anni è diventata l’ennesima occasione per diffondere una bufala sui vaccini anti covid. Il consorte della regina Elisabetta II non è stato vittima di una reazione avversa alla vaccinazione anti covid 19, avvenuta lo scorso 9 gennaio.

La vaccinazione del Principe Filippo e della regina ha avuto un svolgimento regolare all’interno del castello di Windsor e non ha dato luogo ad alcun tipo di controindicazione in nessuno dei due, come riporta l’Agi.

Principe Filippo

Dalla data della vaccinazione a quella della morte del duca di Edimburgo avvenuta alla veneranda età di 99 anni, tre mesi dopo è veramente difficile trovare un legame fra la sua dipartita e la vaccinazione anti covid.

Come riporta il sito Giornalettismo in questo articolo:

L’agenzia di stampa Agi, lo scorso 9 gennaio, scriveva quanto segue: “La regina d’Inghilterra Elisabetta II e il principe consorte Filippo sono stati vaccinati per il Covid. Lo ha annunciato Buckingham Palace. La monarca 94enne e il consorte 99enne si sono sottoposti all’inoculazione al castello di Windsor. La prestazione è stata fornita dal medico della Casa Reale. Solitamente Buckingham Palace evita di commentare questioni di salute della regina, ma in questo caso Elisabetta II ha voluto che la notizia fosse resa pubblica per impedire speculazioni”.

E’ stata la stessa casa reale a dare l’annuncio della morte del duca attraverso un tweet pubblicato dall’account ufficiale:

Le bufale sui vaccini anti covid circolate in questi mesi sono tante e tali da aver deciso di dedicare un articolo a quelle che hanno avuto maggiore diffusione. Lo trovate qui.

Per qualunque tipo di informazione o dubbio riguardante il covid o la campagna vaccinale è consigliabile sempre rivolgersi al proprio medico curante o agli organismi competenti, come il Ministero della Salute o la propria ASL di riferimento.