LA BUFALA: “VEDE PRENDERE A CALCI UN CANE, SCENDE DALL’AUTO E GLI SPARA SU UN GINOCCHIO”

LA BUFALA: “VEDE PRENDERE A CALCI UN CANE, SCENDE DALL’AUTO E GLI SPARA SU UN GINOCCHIO”

Dicembre 23, 2015 0 Di bufalepertuttiigusti

cane

Gira in varie salse e corredata da varie foto la notizia falsa di un “raptus animalista” nei confronti di un anonimo maltrattatore di animali.

Come sempre la notizia non trova alcun riscontro ne da parte dell’ANSA, ne di nessun’altra testata giornalistica accreditata. Gli unici siti a riportare la storia di questo gioielliere dal grilletto facile sono i soliti Mafiacapitale, Gazzettadellasera, ecc ovvero siti che pubblicano sulle loro pagine esclusivamente notizie inventate.

Come spesso accade poi, l’articolo manca di rispondere alle principali domande del giornalismo ovvero CHI (manca il nome del gioielliere in questione), QUANDO (l’articolo dice “nel tardo pomeriggio”, ma le date di pubblicazione dell’articolo sui vari siti non concordano), DOVE (viene citata la capitale, ma non viene specificato il luogo di questa presunta sparatoria), PERCHÉ (non si spiega per quale motivo un automobilista dovrebbe reagire in questo modo ad una scena simile).

Mancano inoltre molti altri parametri indispensabili alla verifica di una notizia quali il rifermento alla caserma dei “militari” che sarebbero intervenuti, il loro corpo di appetenza ovvero poliziotti, carabinieri o vigili urbani e chi li avrebbe chiamati. Nessun cenno viene fatto ne al nome della “vittima”, ne all’ospedale presso il quale sarebbe stato trasportato per ricevere cure mediche.

Insomma come sempre mancano tutti gli elementi fondamentali di un vero articolo.

 

Ecco il testo integrale della bufala:

ROMA – È accaduto nel tardo pomeriggio a Roma, un gioielliere di 47 anni è finito in manette per aver aperto il fuoco contro un altro cittadino in pieno giorno.
Diversi testimoni hanno assistito alla terribile scena: un ragazzo di 19 anni stava prendendo a calci il proprio cane senza apparenti motivi, il cane, un bastardino di 2 anni cercava di divincolarsi dal guinzaglio del padrone che però non accennava a smettere.

A quel punto il gioielliere che era fermo al semaforo ed ha assistito alla scena, è sceso dall’automobile, ha estratto la sua Beretta 9×21 regolarmente detenuta ed ha esploso un colpo sul ginocchio del giovane. Poi ha atteso l’arrivo dei militari che lo hanno ammanettato con l’accusa di tentato omicidio.

Il giovane è stato operato d’urgenza e dovrà essere sottoposto ad un lungo intervento chirurgico per ricostruire il ginocchio, non è in pericolo di vita.