LA BUFALA DELLA DONNA CHE “PARTORISCE A 101 ANNI DOPO UN TRAPIANTO ALLE OVAIE”

LA BUFALA DELLA DONNA CHE “PARTORISCE A 101 ANNI DOPO UN TRAPIANTO ALLE OVAIE”

Gennaio 19, 2016 0 Di bufalepertuttiigusti

partorisce-a-101-anni copy

LA FOTO DI UNA TRIS-NONNA CHE ABBRACCIA IL SUO ULTIMO NIPOTINO TRASFORMATA IN UN FINTO MOMENTO POST PARTO.

La foto di una ultra centenaria che partorisce a 101 anni con l’ultimo figlio appena nato sta facendo il giro del web, ma bastano pochi click per capire che si tratta di un falso. Cliccando il tasto destro sull’immagine ed utilizzando l’opzione “cerca l’immagine su Google” si scopre immediatamente che la foto originale è stata postata su questa pagina facebook intitolata Life of Dad. La donna nella foto abbraccia per la prima volta il suo ultimo nipotino e si trova nel letto di casa sua. La bufala parte come spesso accade in lingua inglese, pubblicata dal sito World News Daily Report (sito che pubblica solo notizie inventate) che intitola la storia “Donna di 101 anni partorisce dopo un trapianto alle ovaie”. Chissà perché il sito decide di ambientare la vicenda a Napoli e di ribattezzare la signora Anatolia Vertadella (nome decisamente NON partenopeo per altro).

E’ UNA BUFALA VEDIAMO PERCHÉ:

  • La foto della donna è falsa.
  • La storia cambia di articolo in articolo.
  • Il sito che ha diffuso per primo la notiza è un sito che pubblica solo notizie inventate.

ECCO IL TESTO ORIGINALE DELLA BUFALA:

Partorisce a 101 anni dopo discusso trapianto alle ovaie

Un’anziana italiana si è operata in Turchia. È molto cattolica il bambino si chiama Francesco

Una donna italiana di 101 anni ha messo al mondo un bambino dopo un discusso trapianto alle ovaie. Il piccolo, che è stato chiamato Francesco, è in buona salute ed è il 17° figlio della donna. L’operazione è stata eseguita in una clinica in Turchi dove questa pratica è del tutto legale. “Sono molto grata a tutti i medici che hanno deciso di andare avanti con l’operazione – ha detto in lacrime -. Sono felice di aver dato alla luce il mio 17° figlio. Questa è una vera benedizione e una testimonianza del potere del creatore”.