No, il bambino di questa foto non è l’inventore del vaccino della Pfizer.

No, il bambino di questa foto non è l’inventore del vaccino della Pfizer.

Novembre 27, 2020 Off Di Redazione

E’ diventata virale la foto di una famiglia di immigrati turchi in cui uno dei bambini viene indicato come l’inventore del vaccino per il covid della Pfizer. Si tratta di una bufala.

L’immagine (che vedete qui sotto) è accompagnata da questa didascalia:

Una famiglia di immigrati
Quelli nella foto sono una famiglia turca immigrata in Germania negli anni ‘70.
Vedete il bambino più piccolo sulla destra? È l’inventore del vaccino Pfizer che probabilmente tirerà fuori il mondo da questa pandemia.
Spesso in Italia si chiedono quanti criminali o terroristi stiano crescendo tra le famiglie immigrate nel territorio.
Nessuno si è mai fermato a pensare a quanti eroi tra loro potrebbero portare onore a questo paese.

L’inventore del vaccino della Pfizer si chiama Uğur Şahin ed è effettivamente di origine turca, come si legge in questa pagina di Wikipedia, ma non è il bambino presente in quello scatto.

Il bambino della foto non è Uğur Şahin

La cosa più semplice da fare è cercare l’immagine con Google Immagini e fra i primi risultati ecco apparire questo articolo del sito Art Journal Open intitolato Candida Höfer’s Türken in Deutschland as “Counter-publicity” ovvero I turchi di Candida Höfer in Germania come “contro-pubblicità”.

inventore vaccino

La foto in questione appare all’interno dell’articolo con questa didascalia:

Candida Höfer, Senza titolo da Türken in Deutschland 1979, 1979, proiezione di diapositive a colori, 80 diapositive, ca. 7 min., Dimensioni variabili (illustrazione © Candida Höfer, Colonia / VG Bild-Kunst, Bonn 2016)

Da qui non è dato sapere chi sia la famiglia turca ritratta, ma possiamo capire che è stata scatta in Germania nel 1979. Uğur Şahin è nato nel 1965 per cui nell’anno in cui è stata scatta quella foto aveva 14 anni, mentre il bambino ritratto in quella foto ne ha sicuramente molti di meno.

Questo ovviamente non cambia il senso della riflessione indicata nella didascalia della foto (Uğur Şahin è realmente un immigrato), ma quello nella foto virale non è lui.