Bufala Trovato Fungo gigante ad Avellino. Su Montevergine.

Bufala Trovato Fungo gigante ad Avellino. Su Montevergine.

Ottobre 9, 2016 0 Di bufalepertuttiigusti

fungo-gigante

Fungo gigante trovato ad Avellino – Torna la bufala del fungo gigante con la differenza che stavolta invece che a Reggio Calabria sarebbe stato ritrovato a Montevergine, vicino ad Avellino. Avevamo già parlato di questa bufala in questo articolo, stavolta però il sito IL FATTO QUOTIDAINO utilizza la stessa foto (un fotomontaggio) collocando tutto da un altra parte.

In questo articolo infatti si legge:

È enorme, alto più di cinque metri e largo circa quattro. Il suo peso è superiore ai 200 chili e potrebbe essere uno dei funghi più grandi, se non il più grande, trovato in Italia. Il suo nome scientifico è Boletus aestivalis gigantis, della famiglia dei porcini, ed è commestibile.

d è stato trovato dal gruppo di ricercatori botanici del centro studi boschivonaturali di Avellino. Lungo le pendici di Montevergine, in una sezione della montagna probabilmente presa poco d’assalto da avventurieri e cacciatori di funghi, la scoperta ha destato una forte emozione. Così ha parlato Vittorio Bellasta, a capo del team di ricerca: “Da tempo, studiando le nostre carte, avevamo individuato una posizione specifica per la scoperta di qualcosa di grande. Secondo i nostri studi, un esemplare enorme di fungo doveva trovarsi, come poi si è rivelato, da queste parti. Non ci aspettavamo un risultato così grande, e pensare che ora stanno già arrivando molti colleghi dall’estero per capirne di più”. In tutto il mondo, infatti, ora c’è grande attenzione intorno la scoperta. In molti parlando di recintare la zona e organizzare delle visite guidate.

La zona, almeno per il momento, sarà comunque strettamente sorvegliata per impedire che qualche balordo distrugga o danneggi l’esemplare enorme di Boletus aestivalis gigantis. C’è molta attesa e frenesia in città, nelle prossime settimane, il turismo irpino potrebbe essere ravvivato proprio da un evento come questo. Le visite guidate, per chi è interessato, partiranno il 1 novembre. Uno spettacolo mozzafiato da vedere, ve lo garantiamo.

L’immagine circola in rete da molto tempo e si tratta di un fotomontaggio. . Nessuna testata accreditata riporta questa notizia che troviamo pubblicata solo ed esclusivamente sui cosiddetti “siti satirici” ovvero siti parodia.

La foto del fungo gigante è stata pubblicata per prima dal sito LA PETTEGOLA – NOTIZIE PER SENTITO DIRE, sito con un nome che è tutto un programma.

Nella sezione Condizioni generali di utilizzo del sito si legge:

“La pettegola” non assume pertanto alcuna responsabilità per eventuali imprecisioni e inesattezze, omissioni e, più in generale, per gli errori eventualmente contenuti nel presente sito, né garantisce l’accuratezza o la completezza o la tempestività delle informazioni rese disponibili su questo sito, ovvero che le informazioni ivi contenute siano aggiornate.

“La pettegola” nemmeno assume la responsabilità, né garantisce l’accuratezza, la completezza, l’aggiornamento e la tempestività delle informazioni disponibili su questo sito per via di collegamenti ipertestuali diretti o indiretti (link) con altri siti, né che le informazioni disponibili su tali siti siano aggiornate, corrette e veritiere, né assume alcuna responsabilità circa eventuali altri collegamenti in essi contenuti.

“La pettegola” non garantisce che le informazioni fornite attraverso i collegamenti ipertestuali (link) non violino diritti di terzi, inclusi – senza intento limitativo – diritti della proprietà intellettuale.

Insomma La pettegola.it non garantisce niente di quello che pubblica. Inoltre il Bolletus aestivallis gigantis è un fungo che può raggiungere al massimo i 20 centimetri di altezza, non certo i 5 mt.