BUFALA SUORA DI CLAUSURA PARTORISCE NELLE MARCHE

BUFALA SUORA DI CLAUSURA PARTORISCE NELLE MARCHE

Giugno 23, 2016 0 Di bufalepertuttiigusti

suora partorisce

LA STORIA DI UNA SUORA DI CLAUSURA CHE PARTORISCE CIRCOLA IN RETE, MA LA VERITÀ E’ UN ALTRA.

La bufala parte da un articolo del CORRERE ADRIATICO che parla di :

Una suora di origine sudamericana, da poco ospite di un convento di clausura della provincia di Macerata, ha partorito un bambino nell’ospedale «Bartolomeo Eustachio» di San Severino Marche. La notizia è stata pubblicata oggi dal Corriere Adriatico. Secondo quanto riportato dal quotidiano, la suora, di cui non si conosce l’età, domenica scorsa sarebbe stata accompagnata al pronto soccorso da alcune consorelle: lamentava un forte mal di pancia, ma dopo un’ecografia è stata subito trasferita in ostetricia dove ha dato alla luce un bambino. La neo mamma avrebbe deciso di tenere il figlio, e ora entrambi dovrebbero essere affidati a una comunità di accoglienza. A San Severino i conventi di clausura sono due, Santa Rita e Santa Caterina, ma nella zona ci sono numerose altre strutture religiose. Dalla direzione ospedaliera non vengono conferme ufficiali sul parto della suora, ma da altre fonti si apprende che il bimbo è stato trasferito nell’Ospedale civile di Macerata, mentre la madre è rimasta in ospedale. La suora sarebbe arrivata in un convento del posto nel giugno scorso, quando era già incinta.

Ma la verità è un altra e nasconde una storia ben più seria di quella di una suora che viola la clausura all’insaputa delle consorelle per avere rapporti con un uomo. Si tratta infatti di una novizia (ovvero una ragazza che sta per intraprendere il cammino religioso per diventare suora, ma che non ha ancora preso i voti) che ha subito una violenza sessuale nel suo paese d’origine ed è rimasta in cinta, come spiega questo articolo apparso su CRONACHE MACERATESI che spiega bene come sono andate le cose.

Si tratta quindi di una storia ben più seria che non ha niente a che vedere con quello che molti siti hanno voluto far credere.