BUFALA ROMA: SI RISVEGLIA DURANTE IL SUO FUNERALE, ESCE DALLA BARA E AGGREDISCE IL PRETE

BUFALA ROMA: SI RISVEGLIA DURANTE IL SUO FUNERALE, ESCE DALLA BARA E AGGREDISCE IL PRETE

Marzo 14, 2017 0 Di bufalepertuttiigusti

funerale

“ROMA: SI RISVEGLIA DURANTE IL SUO FUNERALE , ESCE DALLA BARA E AGGREDISCE IL PRETE”, titola cosi questa bufala dai toni horror pubblicata sul sito Speed 24 News:

“ROMA: SI RISVEGLIA DURANTE IL SUO FUNERALE, ESCE DALLA BARA E AGGREDISCE IL PRETE”

Da come è andata sembrerebbe l’inizio di un film di G. A. Romero, invece è quello che è successo oggi pomeriggio a Roma in una Chiesa in zona Prati.
Flavio M. 53enne romano “era” venuto a mancare due giorni fa per un malore improvviso che lo aveva colto nella sua abitazione mentre stava con la moglie.
La funzione religiosa era arrivata quasi al termine, quando ad un certo punto il coperchio della bara ha iniziato a muoversi.

Il gelo pervaso tutti i partecipanti, compreso il sacerdote, qualche secondo di silenzio e poi il boato: la bara si è scoperchiata e il “morto” si è catapultato fuori.

Il cognato ancora sotto shock ha dichiarato: “Io ero li, in prima fila, non credevo ai miei occhi, non riuscivo a muovermi ero pietrificato, come del resto tutti gli altri. Ha iniziato a ringhiare e ad emettere dei mugugni, come si è rialzato si è guardato intorno con gli occhi iniettati di sangue e poi si è scagliato sull’altare contro il prete”

Il sacerdote adesso è ricoverato in ospedale e tenuto sotto osservazione, ma se la caverà con soli 10 punti sul collo.

Il “redivivo” invece dopo aver perso i sensi è stato anch’esso trasportato in ospedale, dove trascorrerà i prossimi giorni per accertamenti.

Si tratta di una storia totalmente inventata e priva di ogni fondamento. Questa bufala spunta ciclicamente sul web ed ogni volta è ambientata in in un posto diverso, ma la sostanza resta la stessa.

In Italia una volta deposta la salma nella bara, il coperchio viene sigillato e non è possibile “spostarlo” dall’esterno ne tantomeno dall’interno, il presunto zombie quindi non avrebbe potuto lasciare la bara tanto facilmente come descritto. Non è indicato poi nulla che possa permettere la verifica della notizia, ne una data, ne il nome della chiesa ne quello dell’ospedale.

In più cliccando sull’immagine della bara si viene indirizzati ad una pagina pubblicitaria.

Per cui ribadiamo che si tratta di una bufala.