BUFALA CARNE DI TOPO. FINALMENTE LEGALE IN ITALIA COME IN CINA

BUFALA CARNE DI TOPO. FINALMENTE LEGALE IN ITALIA COME IN CINA

Maggio 26, 2016 0 Di bufalepertuttiigusti

caren di topo

BUFALA: LEGALIZZATA IN ITALIA COME IN CINA LA VENDITA DI CARNE DI TOPO.

La bufala che “finalmente” la vendita di carne di topo sia stata legalizzata in Italia circola in queste ore sul web, ma è una notizia falsa diffusa dal sito di bufale IL FATTO QUOTIDAINO (ATTENZIONE NON IL FATTO QUOTIDIANO). La notizia è totalmente inventata cosi come inventato è il nome dell’imprenditore che avrebbe deciso di vendere carne di topo in italia ovvero Alexis Mouse (Mouse vuol dire topo in inglese).

Le carni commercializzabili in italia sono quelle indicate dalle normative europee ed indicate qui, insieme a tutta la normativa in merito ed ovviamente non è permesso vendere carne di topo, cosi come quella di cane o gatto.

Il Fatto QuotidAino è una delle principali fonti di bufale della rete, a cui attingono spesso altri portali “bufalari” e si incasella in maniera piuttosto scorretta nel filone delle “una testate satiriche“, i cui redattori sono ben consapevoli del fatto che gli articoli pubblicati sono frutto della fantasia. Purtroppo non sempre questo concetto è chiaro agli internauti che si imbattono nelle loro bufale e le condividono sui loro profili social diffondendole per il web.

ECCO IL TESTO INTEGRALE DELLA BUFALA:

Le culture cambiano, i gusti cambiano e con questi cambiano anche i modi di mangiare. Il mondo è globale, tutti hanno voglia di provare cose nuove, ecco che, in un clima come questo, arriva anche la carne di topo sulle nostre tavole.

 Abbiamo parlato con l’imprenditore Alexis Mouse, autore della manovra economica: “Beh, l’Italia è bene che si apra totalmente a nuovi gusti e nuove passioni. I ratti possono essere cucinati in mille diversi modi: fritti, alla griglia, in brodo, al forno e via dicendo. Sono gustosi e prelibati, nonostante quello che dicono i malpensanti. Non bisogna temere nulla. Anzi, provate e non potrete farne più a meno”. Nelle grandi città già stanno spuntando le prime toperie, negozi adibiti alla vendita di carne di topo. Michele, 28enne romano, ha chiesto la prima licenza a Firenze: “Sono pochi quelli che credono in un’attività simile, io invece penso che bisogna sperimentare, provare. Siamo pronti per avvicinarci totalmente a culture apparentemente lontanissime da noi. Perché non fare il grande salto?”

E intanto impazza la topomania, finora, in Italia, infatti, nessuno si è lamentato della scelta del magnate Mouse, dimostrando come i cittadini italiani siano molto più aperti di quel che si pensa. In redazione, abbiamo provato, in anteprima il topo alla griglia, in salsa barbecue. E voi che fate? Assaggerete questa nuova squisita bontà? Fateci sapere che ne pensate. A volte basta poco per scoprire nuovi piaceri. La carne di topo, ne siamo convinti, sarà uno di quelli.