Bufala Brescia: 16enne violentata da un compagno di classe, il padre per vendetta rapisce lo stupratore e lo violenta per 10 giorni nel suo scantinato“

Bufala Brescia: 16enne violentata da un compagno di classe, il padre per vendetta rapisce lo stupratore e lo violenta per 10 giorni nel suo scantinato“

Settembre 21, 2016 0 Di bufalepertuttiigusti

violentata

Come se non bastasse la realtà ad essere violenta ecco che il sito News24 Roma pubblica questa bufala titolando: “Brescia: 16enne violentata da un compagno di classe, il padre per vendetta rapisce lo stupratore e lo violenta per 10 giorni nel suo scantinato“.

BRESCIA – Una tragedia nella tragedia quella che si è consumata ad Alfianello in provincia di Brescia. Una ragazza di 16 anni è stata violentata da un suo compagno di classe Alessio B. a fine Luglio durante una festa di compleanno, la giovane ragazza scossa avrebbe raccontato tutto al padre che invece di avvisare le forze dell’ordine ha pensato di farsi giustizia da solo. L’uomo di 44 anni, titolare di un ristorante del paese, avrebbe così deciso di rapire il compagno di lei rinchiudendolo nello scantinato del ristorante.

Per 10 giorni, il giovane stupratore, è stato tenuto a pane ed acqua nello scantinato, legato e imbavagliato tutto il giorno, tranne le due ore al giorno in cui di notte, il padre della ragazza, si recava a fargli visita per violentarlo e malmenarlo.

Una storia truce e violenta che sembra quasi esaltare tra le righe le gesta di questo padre violento e vendicativo al pari del protagonista di un film horror.

Per fortuna questa storia non trova riscontro in nessuna agenzia dell Ansa ne di nessun altra testata accreditata. Cosa assolutamente insolita viso che la bufala si conclude cosi:

A scoprire il giovane sequestrato sono stati gli addetti delle pulizie del ristorante che sentendo dei gemiti provenire una mattina dallo scantinato hanno allertato le forze dell’ordine che hanno fatto irruzione e hanno così liberato il 16enne.
Il titolare del ristorante è stato arrestato con l’accusa di violenza su minore e sequestro di persona, per il ragazzo invece sono in corso le indagini relative alla violenza avvenuta nei confronti della sua compagna di classe.

Quindi ci sarebbe per entrambi un processo in corso ed una identificazione di entrambi eppure nulla di questa vicenda è stato menzionato dalla stampa ne dai tg, che di certo non si sarebbero lasciati scappare una una notizia tanto tremenda quanto clamorosa.