BUFALA ASSICURAZIONI GRATIS AUTO IMMIGRATI CON L’ 8 X 1000. ITALIANI COSTRETTI A PAGARE

BUFALA ASSICURAZIONI GRATIS AUTO IMMIGRATI CON L’ 8 X 1000. ITALIANI COSTRETTI A PAGARE

Maggio 6, 2016 0 Di bufalepertuttiigusti

aSSICURAZIONI GRATIS

SOLDI DELL’8 X 1000 USATI PER ASSICURARE GRATIS AUTO AGLI IMMIGRATI, MENTRE GLI ITALIANI SONO COSTRETTI A PAGARE LE ASSICURAZIONI. LA RETE CREA UN ALTRA BUFALA SOCIALE.

Una fantomatica lettera anonima di “un assicuratore” di Fano denuncia l’utilizzo delle famose donazioni dell’ 8 X 1000 alla chiesa cattolica, per pagare l’assicurazione di auto agli immigrati che la otterrebbero cosi gratuitamente a discapito degli italiani “costretti” a pagare come tutti gli altri.

Ad utilizzare in questo modo “discriminatorio” questi fondi definiti pubblici (ma che pubblici non sono  in quanto destinati ad opere caritatevoli da parte di privati cittadini alla chiesa cattolica) è la Caritas di Fano che li userebbe a discapito dei cittadini italiani che sarebbero invece costretti a pagare come tutti.

La replica della Caritas è arrivata prontamente ed attraverso la voce del responsabile Angiolo Farneti che ha prontamente precisato che si tratta di pagamenti per polizze assicurative che vengono destinati a persone bisognose, siano esse italiane o straniere, che utilizzano l’auto per motivi di lavoro e che senza di esse non potrebbero lavorare, peggiorando quindi la loro condizione.

Questa iniziativa è rivolta a tutti i cittadini indigenti che ne fanno richiesta  e rientra nella categoria di casi in cui la Caritas di Fano da aiuti economici a persone che ne hanno bisogno per pagare una serie di spese indispensabili come l’affitto,le bollette, il condominio e tra queste l’assicurazione auto.

Gli aiuti economici non vengono concessi base alla cittadinanza, privilegiando gli stranieri, ma in base a dei punteggi determinati dall’Isee, senza alcuna discriminazione. Come è facile capire molti immigrati versano in condizioni di grave povertà ed è ovvio che la Caritas si adoperi per aiutarli come fa per tutti i poveri a cui rivolge la sua opera, italiani e non.

Se quindi chi destina il suo 8 x 1000 alla Chiesa Cattolica trova ingiusto questo tipo di attività è libero di devolvere ad altri il suo contributo, ma sappia che la Caritas con queste iniziative fa esattamente quello per cui è stata creata ovvero aiutare i poveri.