Aquila e Corvo la metafora (inventata) sul volare alto.

Aquila e Corvo la metafora (inventata) sul volare alto.

Agosto 22, 2020 Off Di Redazione

Circola sui social un foto che illustrerebbe il singolare rapporto fra aquila e corvo. La foto è accompagnata da un pittoresca lezione di vita, che però si basa su un aneddoto inventato.

Il testo abbinato alla foto di un corvo che prima becca un aquila e poi si ferma sul suo dorso in volo è il seguente:

“L’ unico uccello che osa beccare un’aquila è il corvo. Si siede sulla schiena e ne morde il collo. Tuttavia, l’aquila non risponde, né lotta con il corvo; non spreca tempo né energia con il corvo. Semplicemente apre le sue ali e inizia ad alzarsi più in alto nei cieli. Più alto è il volo, più è difficile respirare per il corvo che cade per mancanza di ossigeno. Smettila di perdere tempo con i corvi. Portali alle tue altezze e svaniranno. … Quando vuoi sbarazzarti di “zavorra”… alza il “livello”. È l’unico modo per liberarti da ingombri inutili e di poco conto!!”.

Le foto risalgono al 2015 come dimostra questo articolo di Youmedia.it in cui si mostrano le immagini usate per raccontare questa storia.

Aquila e Corvo
Cattura-3

Nell’articolo il fotografo Phoo Chan spiega cosi gli scatti:

Secondo il fotografo, i corvi hanno l’abitudine di disturbare il volo delle aquile ma a quanto pare, in questa circostanza, entrambi hanno dimostrato di saper convivere pacificamente e il passeggero ha ricevuto un gradito “passaggio”

Aquila e Corvo si comportano davvero cosi?

Si tratta quindi di un semplice scatto fortunato di una situazione insolita. A quanto pare non si tratta di una prassi messa in pratica dai corvi ai danni delle aquile, che non hanno quindi l’abitudine di raggiungere altitudini tali da far mancare l’ossigeno ai corvi.

Una leggenda del web

Ci troviamo in pratica difronte ad una moderna leggenda metropolitana che sembra ancor più realistica grazie a delle belle fotografie, scattate per caso da un fotografo professionista.